Personaggi illustri di Affile

Vittorio Puccinelli
(1890 - 1951)

Appartenente ad una famiglia di illustri dottori; fu allievo di Raffaele Bastianelli, che seguì come ufficiale medico alla Ambulanza Chirurgica della III Armata durante la Prima Guerra Mondiale, nel corso della quale acquistò notevole pratica in chirurgia addominale di guerra. In seguito fu Primario chirurgo dell'Ospedale San Giovanni di Dio di Firenze (dal 1926 al 1929) prima di succedere al Bastianelli nel posto di Primario Chirurgo del Primo Padiglione del Policlinico Umberto I di Roma (nel 1931).
Fu inoltre professore aggregato alle Università di Firenze e di Roma, e fu incaricato di Patologia Chirurgica a Roma. Operatore di abilità fuori dal comune, instancabile nel lavoro, di mentalità sintetica ed originale, Vittorio Puccinelli ha dominato l’intero campo della chirurgia, ma soprattutto quello della chirurgia addominale, al progresso della quale ha contribuito con uno straordinario numero di interventi e numerose pubblicazioni.
Suo fratello Angelo fu medico privato di Benito Mussolini. Come racconta il libro di Paolo Cacace "Quando Mussolini rischiò di morire", entrambi i fratelli Puccinelli facevano parte, insieme a Raffaele Bastianelli ed altri illustri dottori, del gruppo di luminari che contribuì a salvare la vita di Mussolini durante l’improvvisa e violenta crisi che colpì il duce nella notte del 15 febbraio 1925 nell’appartamento di via Rasella a Roma